domenica 9 maggio 2010

GRAZIE, UNIONE SOVIETICA!


Berlino, 2 maggio 1945: un soldato 
dell’Armata  Rossa innalza la bandiera
dell’Unione Sovietica sul palazzo del Reichstag
Il 9 maggio 1945 è il “Giorno della Vittoria” dell’Unione Sovietica sulla Germania nazista, ma nessuno sembra ricordarsi di questo evento che 65 anni fa segnò la definitiva liberazione dell’Europa dal nazifascismo (vedi articolo L'Armata Rossa che sconfisse il nazismo).

In realtà, solo grazie all’immane lotta dell’Armata Rossa ed alla resistenza della popolazione sovietica il mondo si liberò dalla tirannide nazifascista, cancro nato in seno ai regimi capitalistico-borghesi.

I 30 milioni di sovietici morti nel conflitto, dimostrano più di ogni altra considerazione che solo grazie all’azione decisiva dell’URSS fu possibile sconfiggere il nazifascismo, al contrario delle versioni ufficiali e propagandistiche che dipingono gli americani come gli unici “liberatori” con i loro 250.000 morti, ben 120 volte inferiori a quelli sovietici.

Con l’aiuto dell’Unione Sovietica, i partiti comunisti delle nazioni dell’Est europeo spazzarono via le monarchie, i regimi collaborazionisti, quelli reazionari e quelli borghesi, dando finalmente il potere alle classi lavoratrici.
.

UAACS - Unione per l’Ateismo Antireligioso e il Comunismo Sovietico